lunedì 9 giugno 2014

esperimento 119: Bretzel

Mi sono trasferita da poco all'estero, in Svizzera. Detto così sembra una cosa impegnativa, roba da salutare parenti e amici con una festa d'addio e sperare di vederli almeno qualche weekend all'anno. In realtà mi sono spostata di circa 30 Km, da Como a Lugano. In effetti, data la breve distanza, pensavo che non dovessi cambiare niente del mio stile di vita, ma le mie abitudini alimentari hanno subito una grave perdita: la Coppa Oro. Mi rendo perfettamente conto che qualsiasi altro gelato di qualsiasi gelateria (anche Svizzera) possa essere più buono, e che per quanto riguarda i gelati industriali qui al supermercato vendono questi, nettamente superiori, ma per me non è la stessa cosa. Rimpiango lo strato di meringa. In compenso si trovano cose buonissime che  a Como non ci sono: il rabarbaro, la panna acida, il formaggio quark, un sacco di tipi di cioccolato (per alimentare gli stereotipi) ma soprattutto i Bretzel. A Lugano c'è anche una filiale di questa catena, e devo dire che sono proprio buoni. In panetteria usano la soda caustica per dar loro l'aspetto lucido, ma in casa è altamente consigliato l' uso del bicarbonato.  
 


Dati
7 gr lievito di birra liofilizzato
270 gr acqua
1 cucchiaino e 1/2 zucchero
300 gr farina 0
200 gr farina 00
30 gr burro morbido
10 gr sale
2 lt acqua
40 gr bicarbonato
2 cucchiaini sale
sale grosso


Procedimento
  1. Sciogliere il lievito e lo zucchero nell'acqua.
  2. Aggiungere un po' di farina, creare una pastella, ricoprire con la farina rimanente e lasciare riposare 30 minuti.
  3. Impastare tutto a mano o nella planetaria, aggiungendo il burro e il sale, per 20 minuti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo, abbastanza morbido. Far lievitare 30 minuti coperto.
  4. Dividere in 4 parti, formare dei filoncini più spessi nel centro e annodarli per dare loro la tipica forma. Lasciare riposare 10 minuti.
  5. Portare a ebollizione l'acqua il bicarbonato  aggiungere 1 Bretzel per volta, scolare dopo 30 secondi e adagiare sulla teglia ricoperta da carta forno.
  6. Spolverare con un po' di sale grosso (magari frullato un po'). Far riposare 10 minuti.
  7. Cuocere a 200° per  30 minuti. 
Risultato
4 Bretzel

6 commenti:

  1. E' da tantissimo tempo che vorrei provare a prepararli! Ho scoperto il tuo blog da poco ma mi piace tanto tutto ciò che fai (e come lo fotografi!).
    A presto
    Giulia

    RispondiElimina
  2. Adoro i bretzel, io mi trasferire in un paese nordico tipo svizzera o germania solo per poter mangiare bretzel dalla mattina alla sera

    RispondiElimina
  3. buoni e bellissimi, complimenti come sempre

    RispondiElimina
  4. Perfetti come al solito.. i miei sicuramente non sono all'altezza, ma ci ho provato :) se ti va di dargli un'occhiata sono qui: http://stopthinkingletscook.blogspot.it/2014/09/homemade-bretzels.html

    RispondiElimina
  5. ho scoperto il tuo sito per caso e lo trovo moolto bello, mi piace tantissimo che tratti l'arte culinaria come fossi una matematica! approccio che condivido totalmente visto che le prime sono tutte sperimentazioni in definitiva.
    comunque beata te che sei in svizzera, io mi ci trasferirei subito
    Enrica

    RispondiElimina