mercoledì 29 giugno 2011

esperimento 81: Butterzopf

Abitando vicino alla Svizzera  mi capita spesso di fare un giro nei loro supermercati e comprare prodotti che in Italia non trovo, ma soprattutto di rimanere incantata nel reparto pane. Non che il pane italiano sia da meno, ma li c'è il fascino della novità, sembra quasi di essere in una boulangerie. Quello che prendo più spesso è appunto il Butterzopf, ovvero la treccia al burro, un pane soffice che sta bene con tutto, ma che mi piace mangiare da solo, ancora tiepido, staccandone pezzetti direttamente con le mani. 
In Svizzera si usa spesso farlo a casa,  al supermercato vendono miscele di farine per questo tipo di pane, anche se io ho usato la classica 00 con un'aggiunta di manitoba. 
La ricetta l'ho presa dal libro "Schwiizer chuchi" di Betty Bossi. Strano personaggio questa Betty Bossi; io pensavo fosse la Donna Hay svizzera, visto la sua fama e il suo numero di pubblicazioni, ma facendo qualche ricerca ho scoperto che è un personaggio di fanasia che una ditta di margarina ha creato negli anni 50 per farsi pubblicità.
treccia al burro

Dati
20 gr lievito fresco
250 ml latte intero tiepido
1/2 cucchiaino zucchero
400 gr farina 00
100 gr farina manitoba
1 albume
70 gr burro morbido
1/2 cucchiaino sale

Per spennellare
1 tuorlo
2 cucchiai panna

Procedimento
  1. Sciogliere il lievito nel latte e aggiungere 1/2 cucchiaino di zucchero. Far riposare 10 minuti.
  2. Versare sulla farina e aggiungere l'albume. Impastare incorporando a poco a poco il burro e il sale. Se serve aggiungere farina o latte per ottenere un impasto morbido liscio e omogeneo.
  3. Lasciare lievitare per 1 ora a circa 30° coperto da un telo pulito o pellicola.
  4. Sgonfiare l'impasto in due parti e procedere a formare la treccia come in questo video.
  5. Spennellare con la miscela di tuorlo e panna e lasciare lievitare ancora mezz'ora.
  6. Spennellare di nuovo e infornare a 200° per circa 40 minuti.
Risultato
1 treccia al burro

12 commenti:

  1. Che bel pane e che buono dev'essere, lo vedrei bene per colazione con la marmellata ...

    RispondiElimina
  2. Io sono tornata da Zurigo con 3 di queste treccie in valigia!!!Eccezionali e ora che con i lievitati sto andando discretamente e tu hai pubblicato la ricetta, mi voglio proprio cimentare...D'altronde non sono fortunata come te e la Svizzera per me è un bel viaggetto! Un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
  3. bellissimo! da provare sicuramente, grazie per la ricetta : )

    RispondiElimina
  4. Ma lo sai che mia cugina che ha un amica svizzera mi ha passato la ricetta di un treccione simile a questo?! Ah...com'è buono...e il tuo ti è venuto perfetto!

    RispondiElimina
  5. ma che bella questa lezione in Schwyzerdütsch! la treccia ti è venuta davvero perfetta, bravissima!

    RispondiElimina
  6. deliziosa!!! la tua foto invoglia ad addentarla!! ;)

    RispondiElimina
  7. ciao! complimenti, è meraviglioso!

    RispondiElimina
  8. Mamma mia, talemnte bello da sembrar finto...dovrei proprio riccorre all'assaggio spaccandone piccoli pezzi tra le mani ;-)

    RispondiElimina
  9. A me piacciono troppo i supermercati all'estero!! Hanno un non so che di affascinante .. ^_^ questo pane è una meraviglia, ti è uscito alla perfezione!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    ho appena aperto un blog, se ti va vieni a darci un occhiata :)))
    http://ursswithlove.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. questo è una vera bontà! Mi sono pure iscritta nei tuoi lettori fissi, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  12. Amo scoprire in ogni paese prodotti o ingredienti che qui non si trovano, ottimo poi se questo paese ce l'hai vicino! :)
    sta treccia dev'esser delizioso e ti è venuta uno splendore!!!

    RispondiElimina